logo 1214
In ogni luogo si trovano tracce di ciò che è stato. In carcere il tempo passato nella privazione  della libertà impregna i muri. Anche dopo parecchio tempo le celle e gli spazi abbandonati del carcere vuoto trasudano la vita delle persone che vi sono passate.
I segni lasciati hanno carattere quasi spiritato, come fantasmi di vite passate.
Passaggi 0 projects 10 gallerie_10_14.jpg
Questa mostra, dal titolo "Pescare nel tempo/ Fischen in der Zeit", è stata esposta presso la fiera internazionale Photokina a Colonia. Ho partecipato con il fotografo tedesco Claus Dieter Geissier, che ha esposto le sue "nature morte del mare". Le mie foto, invece, raccontano la pesca con la filuca, la straziante pesca del pesce spada cantata da Modugno e praticata in Sicilia tuttora.
Fischen in der Zeit logo 1522 gallerie_20_2.jpg projects 0 20
gallerie_22_42.jpg 0 projects 22
Lo scopo del progetto è quello di fotografare gli elementi dell'anima, individuando il confine tra materia e spirito, tra natura corporea e incorporea. Sono conscio dell'impossibilità di acquisire un'immagine dell'invisibile, ma voglio provarci lo stesso. In certe culture si crede che il fotografo rubi l'anima scattando fotografie alle persone, così m'illudo che sia veramente possibile fotografarla, ma solo se ci credo un po' anch'io. Da questo mio pensiero nasce il progetto "Gli Elementi dell'Anima".
Elementi dell'anima logo 778
gallerie_24_0.jpg 24 projects 0
Handicappati, disabili, diversamente abili...tante sono le terminologie usate per definire la condizione di chi  è diverso da noi. Ma non siamo forse tutti diversi l’uno dall’altro? Faccio foto in situazioni ironiche e scherzose, scatto ritratti singoli o di gruppo e mi piace, come sempre, osservare la reazione di chi sta davanti all’obbiettivo. E capisco che davanti ad una macchina fotografica siamo veramente tutti uguali.
Buone figlie logo 783
logo 1139
Questo progetto sta all'inizio del mio percorso verso la scoperta del legame tra parole e immagini. Non si tratta di una mia reinterpretazione a posteriori, ma di una fotografia che immortala anche la parola, scritta dal soggetto stesso.
Foto parlanti 26 0 projects gallerie_26_14.jpg
gallerie_29_3.jpg 29 projects 0
“Il cibo dei pescatori” è forte, salato, nutriente...ed è anche un lungo viaggio che mi ha portato a scoprire un mondo per me nuovo che si apre un poco di più ad ogni incontro, come una conchiglia restia a mostrate la sua perla. I silenzi, i racconti, le vite condivise nel limitato spazio di una barca sono immagini e sensazioni che non tutti hanno l’occasione di provare. Questo progetto mi ha portato in giro per il Mediterraneo incontrando uomini, pescatori, pirati mancati e padri, legati dal comune rapporto di sussistenza a quella grande massa scura di acqua e creature viventi che da sempre terrorizza e affascina gli uomini. Il mare, fonte di vita, di cibo, di sostentamento, di sofferenza. Il mare, gli uomini e le loro vite intrecciate: ecco ciò che vi sto per raccontare.
Il cibo dei pescatori logo 1553
31 0 projects gallerie_31_36.jpg logo 1654
Vicino o lontano esistono confini, linee  fisiche o mentali che a volte oltrepassiamo altre no. I veri viaggiatori vanno sempre oltre per vedere, per scoprire, per capire. Oltre certi confini si respirano odori forti di gente e di vite diverse, si sentono urla e silenzi a volte disperati. Nei miei viaggi spesso scatto delle fotografie cercando quelle linee che  dividono la nostra realtà da quella degli "altri".
Borderline
logo 1727 Men at work
Qualsiasi oggetto non è mai arrivato li davanti a te come per magia. C'è sempre qualcuno che vi ha messo mano e l'ha creato. Con questo pensiero affronto tutte le situazioni in cui fotografo le persone che lavorano. Sono molto incuriosito da come gli oggetti arrivano a me, da come sono stati creati. Dietro tutte queste cose c'è il lavoro dell'uomo.
32 0 projects gallerie_32_62.jpg